Pareti vasca in vetro

Pareti vasca in vetro in cristallo

parete vasca vetroParlare di pareti vasca in qualche modo porta a parlare di tradizione e di persone tradizionali. Anche se può sembrare strano diventerà più comprensibile leggendo il seguito di questo post.

E’ ormai risaputo che la vasca da bagno è sempre meno richiesta sul mercato e molte famiglie preferiscono istallare un box doccia al posto della vasca. I motivi sono sostanzialmente sia pratici che funzionali.

Utilizzare la vasca da bagno comporta uno speco notevole di acqua. Questo perché per mantenere la temperatura dell’acqua confortevole per l’utilizzatore è necessario rifornire la vasca di acqua calda in modo praticamente continuo causando così la fuoriuscita dal troppo pieno dell’acqua in eccesso e rendendo quindi effettivamente dispendioso l’impiego d’acqua per ogni bagno in vasca che viene fatto.

C’è poi il fattore tempo. Purtroppo la vita frenetica moderna concede raramente il tempo necessario a godersi fino in fondo il rito del bagno in vasca e quindi alla fine succede che nella maggior parte dei casi la vasca venga utilizzata per farsi una doccia veloce anziché un bagno con tutti i crismi. Lavarsi nella vasca comporta poi una serie di fasi, successive a quella di rimanere immersi nell’acqua calda, che sono sicuramente più scomode rispetto ad una doccia, evidentemente meno pratiche.

Un altro fattore importante è dato dalla necessità sempre più sentita, visto l’invecchiamento generale della popolazione a livello europeo, di agevolare per le persone anziane meno agili e flessibili l’accesso e le operazioni da compiere per quello che è un bisogno fondamentale di ognuno: poter lavare il proprio corpo. La vasca effettivamente comporta ostacoli di accesso rilevanti che sommate come dicevamo prima alle varie fasi successive all’immersione in acqua non sono molto pratiche, soprattutto per una persona anziana.

E’ per questi motivi che di base molte famiglie preferiscono sostituire la vasca con un box doccia. Anche noi di BiVita abbiamo studiato un box doccia sostituzione vasca, il nostro articolo Lisa, che assolve in modo perfetto al suo compito consentendo con una spesa minima sia in ordine di denaro che di tempo di sostituire la vasca con un ricercato e pratico box doccia di 170x70cm (misura standard della vasca) alto 195 cm con pannelli in metacrilato, seduta e porta oggetti, piatto doccia doppia vasca con pedana in bamboo idrorepellente inclusa.

Quindi installare un box doccia sostituzione vasca rappresenta la tendenza attuale ed effettivamente si basa su motivazioni più che valide. Possiamo definirla modernità. In effetti fin dalle origini l’operazione del lavarsi veniva svolta in una vasca, che in tempi antecedenti veniva chiamata tinozza e questa possiamo sicuramente definirla “classicità”.

E qui ci ricolleghiamo al concetto di tradizione espresso all’inizio di questo articolo. Per molte persone la tradizione ha un peso maggiore rispetto a temi quali la praticità e la funzionalità. Sono persone che danno un’importanza particolare alle emozioni e sono disponibili a sacrificare tempo ed energia in loro nome.

Un bagno che sa emozionare

In effetti le emozioni che può evocare il bagno nella vasca sono davvero molte e con un’intensità rilevante. Sono emozioni che risiedono in uno spazio molto intimo in ognuno di noi con varie gradazioni. Volendone però menzionarne un paio di carattere un po’ più generale non possiamo non ricordare il piacere del bagno nella vasca con la mamma, le papere e tutti gli altri strumenti galleggianti che ognuno nell’infanzia ha a disposizione per godersi quel momento o anche solo per poterlo meglio sopportare.

Un’altra emozione che penso abbiano provato tutti e che soltanto la vasca può offrire è quella di immergersi completamente nell’acqua calda con il preciso intento di lasciare fuori tutto il mondo e con lui tutti i pensieri ed i problemi concentrandosi esclusivamente sulle proprie sensazioni, sul piacere di essere avvolti, immersi in un elemento naturale, direi il più naturale di tutti visto che abbiamo avuto tutti origine e passato i primi mesi di vita in quell’elemento.

Diventa quindi difficile per molti, quelli più attaccati alla tradizione e alle emozioni , rinunciare al bagno nella vasca. Un’ottima soluzione per chi non vuole rinunciare ai piaceri della vasca da bagno è sicuramente l’installazione di una parete vasca in cristallo. E’ sicuramente un ottimo compromesso che coniuga in modo brillante il bisogno di praticità con quello di piacere.

La parete vasca in cristallo infatti consente di utilizzare la vasca da bagno sia nella sua funzione fondamentale sia come box doccia. E’ una soluzione semplice ed economica oltre che molto pratica da adottare vista la semplicità di installazione.

Noi di BiVita abbiamo una vasta gamma di pareti doccia in cristallo economiche. Rigorosamente in cristallo in quanto riteniamo che la plastica o acrilico che dir si vogli presenta vari problemi sia dal punto di vista della sicurezza che dal punto di vista ecologico. A differenza del vetro che si sbriciola in piccoli pezzetti inoffensivi, le lastre di acrilico in caso di rottura possono assumere conformazioni molto pericolose per l’utilizzatore. Inoltre a differenza del cristallo che è un materiale inerte l’acrilico tende a degradarsi in condizioni di calore, raggi UV, calcare ed altre sostanze.

Le pareti vasca BiVita sono pareti vasca in cristallo ad una, due, tre o più ante che permettono a chi le installa sulla propria vasca di poter utilizzare la propria vasca sia in modo tradizionale, immergendosi oppure scegliendo la praticità ed il risparmio di tempo di un box doccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *