opinioni box doccia economici

Opinioni box doccia economici

Box doccia economici

 

Quelli di oggi sono tempi di cambiamento, anche affrontando il tema che a noi interessa e cioè quello delle opinioni sui box doccia economici dobbiamo sicuramente considerare quelli che sono i cambiamenti intervenuti nelle modalità di valutazione delle persone ma anche negli usi e nel modo di vivere o di intendere la vita.

Il box doccia non è un bene di consumo e cioè un bene che ha un ciclo di vita breve o molto breve con l’unità di misura del tempo di vita espresso in giorni. Il box doccia è un bene di investimento e cioè un bene che dovrebbe avere un ciclo di vita lungo e quindi con l’unità di misura che esprime il tempo in anni.

Parlando di quelle che possono essere le opinioni sui box doccia economici per poter approfondire l’argomento, il tema che vogliamo affrontare è proprio quello del grande cambiamento avvenuto nella società italiana e non solo rispetto al concetto di durata o se vogliamo di conservazione, mantenimento in generale ed applicato ai beni di investimento. E’ a mio avviso interessante notare come rispetto al secolo scorso l’atteggiamento della società sia mutato riguardo a questo argomento.

E’ proprio riguardo al concetto di investimento che possiamo notare un cambiamento radicale negli usi e costumi della gente e questo a partire dal momento in cui l’investimento da effettuare è quello di sé stessi. Fino a pochi decenni fa il concetto era quello del “natural durante” e questo concetto veniva applicato a tutti gli aspetti dove l’oggetto dell’investimento era appunto se stesso. Il matrimonio ed il lavoro tanto per parlare degli esempi più rilevanti.

Senza voler considerare quelli che sono i dogmi religiosi per le persone il matrimonio era veramente un legame in cui investire se stessi per sempre e questa era l’usanza, la normalità e quando uno decideva di investire se stesso nel matrimonio era determinato e dava per naturale il fatto di portare il matrimonio avanti fino alla fine della propria esistenza. Se vogliamo guardare oggi qual è l’atteggiamento nei confronti del matrimonio possiamo vedere che in generale le persone non pensano di investire effettivamente se stessi ma pensano di fare un tentativo che potrà avere la possibilità di durare come anche quella di interrompersi. E’ il principio del consumismo, se vogliamo, applicato alle relazioni: fino a quando la relazione mi offre quello che voglio la mantengo altrimenti la butto e me ne trovo (compro) un’altra.

Gli stessi principi possiamo applicarli al lavoro anche se con i dovuti distinguo, ma anche per quanto riguarda il lavoro fino a pochi decenni fa una volta individuata la propria professione ed il proprio rapporto di lavoro si pensava di mantenerlo “vita natural durante” ed il fatto di dover cambiare lavoro rappresentava un’eventualità abbastanza remota che nel caso si fosse verificata avrebbe creato non pochi sconvolgimenti nella propria vita. Anche in questo caso oggi la situazione si è capovolta. E’ infatti inusuale al giorno d’oggi mantenere il proprio impiego per tutta la vita, è anzi naturale e normale cambiare non solo il proprio rapporto di lavoro ma spesso anche la propria professione al punto che anche se qualche conseguenza dal punto di vista della stabilità emotiva ci sia sempre, questa prassi è diventata d’uso e quindi non è più considerata come scioccante, causa di malessere, instabilità, depressione od altro.

Il cambiamento relativo al concetto di “durare per sempre” lo possiamo assolutamente applicare anche ai beni di investimento, sicuramente lo possiamo applicare al box doccia, esattamente con le stesse modalità. Fino a pochi decenni fa, i beni di investimento che venivano acquistati venivano acquistati pensando che sarebbero dovuti durare nel tempo. In base a questo pensiero venivano ricercati dagli acquirenti prodotti di ottima qualità sia dal punto di vista funzionale che estetico e con una grande attenzione alla solidità ed appunto alla possibilità di durare per molti anni senza causare alcun problema. Ovviamente un prodotto del genere non poteva avere un prezzo economico e quindi necessariamente i prodotti di basso prezzo spesso non venivano proprio presi in considerazione, quando si trattava di un bene di investimento.

Oggi la tendenza è assolutamente cambiata per i beni di investimento e la categoria dei box doccia inclusa. La IKEA ha avuto l’idea ed è stata molto brava ad intuire quella che sarebbe stata la tendenza per quanto riguarda i beni di investimento relativi all’arredamento e possiamo dire che i prodotti IKEA impersonificano perfettamente quello che è l’atteggiamento maggiormente sviluppato e caratterizzante della domanda di mercato attuale.

I prodotti sono prodotti che basicamente devono costare poco con la naturale conseguenza che non avranno una durata particolarmente lunga prevedendo già in anticipo che allorché la vita del prodotto finisca sarà possibile acquistarne un altro magari di estetica più attuale e sempre con la stessa aspettativa di vita. Il principio di fondo è quello che calcola che con il denaro necessario all’acquisto del prodotto di qualità con lunga durabilità si possono acquistare più prodotti di qualità inferiore che nel loro insieme si stima potranno avere la stessa durata del prodotto di qualità con il vantaggio di poter diluire nel tempo la spesa e allo stesso tempo poter avere prodotti esteticamente sempre attuali.

Se vogliamo sintetizzare quanto finora esposto possiamo dire che le opinioni riguardo ai box doccia economici sono sicuramente variati negli ultimi anni/decenni.

Noi di BiVita ci siamo adattati al cambiamento pensando i nostri box doccia in modo da farli sicuramente ritenere box doccia economici relativamente al loro prezzo, ma allo stesso tempo farli durare nel tempo, sia dal punto di vista funzionale che di piacevolezza estetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *