materiali box doccia

Materiali Box Doccia

Box Doccia

Composizione Box doccia

La componente forse più importante relativa al box doccia è sicuramente i tipi di materiale con cui è costruito. Per meglio analizzare la cosa è necessario considerare come è composto un box doccia.

Dal punto di vista strutturale il box doccia è composto da un telaio che ha la funzione di sostenere il box doccia conferendogli sufficiente stabiità e dove vengono applicate una o più pareti che hanno la funzione di schermare, costituire una barriera per l’acqua che viene utilizzata all’interno del box doccia, affinchè non fuoriesca verso l’esterno.

Vista la sua funzione il telaio del box doccia è generalmente realizzato in metallo. Vista la presenza di acqua il metallo deve essere necessariamente antiossidabile. Per questo motivo i materiali che vengono utilizzati abitualmente per la costruzione del telaio del box doccia sono costituiti prevalentemente da acciaio inossidabile o alluminio.

I due materiali offrono reciprocamente vantaggi e svantaggi. L’acciaio, sicuramente più costoso, permette di realizzare strutture più contenute dal punto di vista dimensionale ed allo stesso tempo strutturalmente molto solide e stabili oltre ad offrire un livello di antiossidabilità molto elevato. D’altro canto l’acciao comporta limiti rilevanti dal punto di vista della lavorazione e quindi delle realizzazioni possibili inteso come forme e malleabiità.

L’alluminio consente una maggiore ampiezza di lavorazioni e quindi di forme e disegni oltre ad avere un costo significativamente inferiore. Una qualità notevole dell’alluminio è la sicuramente la possibilità di effettuare trattamenti termici (anodizzazione) che ne aumentano la resistenza e ne consentono la colorazione con effetti particolari esteticamente molto validi. A livello strutturale il telaio in alluminio non può scendere sotto una certa dimensione pena una insufficiente solidità e stabilità per cui risulta molto visibile nell’insieme della visione estetica del box doccia. Questo mentre in tempi passati poteva costituire un plus di prodotto, secondo le nuove tendenze è un elemento che fa scadere qualitativamente il box doccia in quanto sempre più sono ricercate strutture minimali, quasi invisibili in modo da far risaltare al massimo la purezza del cristallo. Dal punto di vista della resistenza all’ossidazione inoltre, seppur trattato con metodi specifici non offre sicuramente le stesse garanzie dell’acciaio inossidabile.

materiali box doccia

Pareti Box Doccia

Per quanto riguarda le pareti del box doccia i materiali che vengono maggiormente utilizzati sono il tessuto, la plastica ed il cristallo. Oggettivamente non ci sono paragoni sia funzionali che estetici tra i tre tipi di materiale. L’unica discriminante che li fa coesistere è il prezzo.

Il tessuto, più o meno plastificato, è sicuramente il materiale più economico utilizzato come parete per i box doccia ma a parte questa prerogativa non ci sono altre qualità rilevanti, anzi sono pesanti le criticità. La prima è sicuramente la componente estetica. Un box doccia o forse meglio chiamarla tenda doccia attribuisce immediatamente una sensazione poco piacevole alla stanza da bagno. Allo stesso modo anche l’aspetto igienico è sicuramente molto scadente essendo molto difficoltosa da pulire e con molte anse dove sporco e batteri hanno modo di accumularsi. Dal punto di vista funzionale, poi, a parte il verificarsi frequente di strappi e rotture del tessuto c’è il grande fastidio causato dalla sensazione del tessuto freddo e appunto poco igienico della tenda doccia che si appiccica alla pelle a causa dei movimenti d’aria generati dal calore dell’acqua rispetto alla temperatura dell’ambiente che immancabilmente e con frequenza inesorabile spinge la tenda contro il corpo.

L’utilizzo della plastica per realizzare le pareti del box doccia è assolutamente la peggiore delle soluzioni. Con un costo sicuramente maggiore rispetto al tessuto, seppur eviti il problema della tenda che si appiccica al corpo,comporta gli stessi svantaggi del tessuto riguardo a componente estetica ed igiene. Inoltre ha come ulteriore controindicazione quella della sicurezza. Nel caso di rottura infatti la parete in plastica può conformarsi come una lama tagliente che in caso di urto può rivelarsi molto pericolosa o addirittura mortale.

Box  Doccia in Cristallo

Il cristallo è sicuramente il materiale più adatto per la realizzazione delle pareti del box doccia. Il vetro è sicuramente uno dei materiali più nobili sia per quanto riguarda l’estetica che la componente igienica del box doccia. Il vetro inoltre offre la possibilità di effettuare decorazioni particolari con varie metodologie di lavorazione che conferiscono un’estetica piacevole e molta più funzionalità al box doccia. Per quanto riguarda la sicurezza il vetro, grazie al processo di tempera reso obbligatorio a livello normativo, in caso di rottura si disintegra in pezzi molto piccoli che vista la loro dimensione hanno una pericolosità molto contenuta anche se si verifica un fenomeno detto di esplosione che fa sì che i frammenti di vetro vengano sparati in ogni direzione.

La possibilità di utilizzare spessori del cristallo diversi effettuando lavorazioni diverse quali serigrafie, spampe o effetti chimici, offre la possibilità di diversificare molto l’aspetto del prodotto consentendo al box doccia di diventare di fatto il componente di spicco della sala da bagno.

Il cristallo quindi è sicuramente il materiale ideale da utilizzare per la costruzione di un box doccia da installare in ogni tipo di sala da bagno sia si tratti del secondo bagno, la casa in campagna o il bagno principale.

Ricerche correlate a Materiali Box Doccia:

  • box doccia migliore marca
  • box doccia in cristallo temperato prezzi
  • migliori box doccia forum
  • box doccia acrilico o cristallo
  • box doccia vetro temperato o cristallo
  • box doccia cristallo satinato
  • box doccia vetro temperato prezzi
  • box doccia cristallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *