Box doccia: forme e misure

Diverse misure per i Box Doccia

Le diverse forme dei Box Doccia

Scegliere la forma e la misura del box doccia effettivamente non è una cosa semplice. Da questa scelta poi dipende anche il tipo di piatto doccia da utilizzare ed è quindi un tema molto importante da affrontare per la realizzazione della stanza da bagno.

Per quanto riguarda la forma il primo fattore che dobbiamo prendere in considerazione è sicuramente l’ubicazione e lo spazio da dedicare al box doccia. In realtà a volte è possibile decidere dove e come posizionare il box doccia, molte altre si è un po’ obbligati dallo spazio e dalla conformazione della stanza da bagno. Quindi a volte è da decidere altre si è obbligati a posizionare il box doccia in una nicchia già realizzata con la muratura, oppure nell’angolo, nel centro della parete o addirittura nel centro della stanza da bagno.

Nel caso della nicchia realizzata in muratura il box doccia è già praticamente formato, c’è soltanto da chiudere un lato. Nella nostra categorizzazione dei box doccia BiVita abbiamo suddiviso i vari prodotti a seconda che debbano essere utilizzati per andare a chiudere 1,2 o più lati in base alle pareti già presenti per andare a formare lo spazio del box doccia. Per quanto riguarda la nicchia, già formata da 3 lati in muratura, si tratta di utilizzare una porta che chiuda e delimiti lo spazio permettendo l’ingresso e l’uscita in modo comodo e agevole. La forma in questo caso è quasi sempre lineare in quanto nella maggior parte delle volte le pareti del box doccia sono rette e lineari e quindi anche la forma della porta è lineare. In particolari casi in cui le pareti hanno forma circolare è possibile utilizzare porte doccia di forma circolare. A differenza dei box doccia utilizzati per chiudere 2 lati però il vantaggio in questo caso è puramente estetico e non funzionale in quanto non abbiamo un minore ingombro all’interno della stanza da bagno, argomento questo che verrà approfondito più avanti. La misura minima delle porte doccia è di 70cm mentre la massima può arrivare anche a 120 – 140 cm. Le più utilizzate in genere sono quelle tra 80 e 100cm.

Quando per ricavare il nostro box doccia dobbiamo andare a chiudere 2 lati è perché abbiamo deciso di posizionare il box doccia in un angolo della stanza da bagno. Si tratta della stragrande maggioranza dei casi in quanto questa versione offre una soluzione ottimale sia dal punto di vista funzionale che dal punto di vista di impiego dello spazio. In questo caso la forma può essere di diversi tipi a seconda dello spazio a disposizione e a seconda della comodità di utilizzo che vogliamo dare al nostro box doccia.

Box doccia quadrato

Il box doccia quadrato è molto utilizzato al momento soprattutto per questioni estetiche. La forma quadrata per il box doccia è infatti una delle più richieste dal punto di vista estetico. Il box doccia quadrato può essere composto da due semi porte o da un fianco fisso ed una porta a seconda delle dimensioni. Le misure del box doccia quadrato possono andare da 70x70cm a 100x100cm. Le misure comunque più utilizzate sono 80x80cm e 90x90cm. Nel caso di dimensioni piccole è più comune avere due lati semiporta, nel caso di dimensioni più grandi invece viene utilizzata anche la formula fianco fisso più porta.

Una forma molto funzionale di box doccia che viene utilizzata per chiudere 2 pareti è quella semicircolare. Il box doccia ha praticamente la forma di un quarto di cerchio e la maggiore funzionalità sta nel fatto di avere uno spazio interno equivalente a quello della forma quadrata ma con un minore ingombro. Con il box doccia semicircolare infatti si evita l’apice dell’angolo che si estende verso il centro della stanza da bagno e che molto spesso comporta la diminuzione di spazi di passaggio o di apertura per mobili o altri oggetti. Il box doccia semicircolare è perlopiù composto da uno o due lati fissi più una porta. Visto l’impiego molto funzionale dal punto di vista degli ingombri le dimensioni utilizzate sono limitate per la maggior parte dei casi a 80x80cm e 90x90cm.

 

Box doccia rettangolare

Il rettangolo è sicuramente la forma più utilizzata per la realizzazione del box doccia. Permette infatti di modulare meglio le dimensioni a disposizione nella stanza da bagno per la realizzazione del box doccia. Nel caso infatti un lato sia penalizzato con dimensioni minime, in genere 70cm, è possibile sviluppare lo spazio nell’altra dimensione ottenendo così un box doccia comunque comodo da utilizzare. A seconda delle dimensioni il box doccia rettangolare può essere costituito da due lati semiporta oppure da un fianco fisso più una porta. Le dimensioni dei box doccia rettangolari vanno dalla dimensione minima di 70x90cm, tra l’altro anche una delle più utilizzate, a misure maggiori dove però il lato corto del box doccia si limita alla misura di 70 o 80cm per arrivare poi nella dimensione più lunga a misure che possono spaziare appunto da 90 fino a 180cm. Le misure che insieme al 90×70 sono quelle più utilizzate sono il 100x80cm, 120x80cm per arrivare al box sostituzione vasca dove le misure possono essere 140x70cm e 170x70cm. Nelle dimensioni minori quindi il box doccia rettangolare è composto normalmente da due lati semiporta mentre con l’aumentare delle dimensioni del lato lungo la soluzione maggiormente utilizzata è quella di un fianco fisso più una porta.

A livello di forma il box doccia rettangolare può avere una variante molto interessante che è quella di avere l’apice dell’angolo che si sviluppa verso il centro della stanza da bagno stondato. Questo tipo di box doccia è chiamato a volte “asimmetrico” o semplicemente circolare, ma mentre nel box doccia semicircolare che abbiamo già visto il raggio del tratto circolare è di 55cm nel caso del raggio del box doccia “asimmetrico” è di 38cm. Vista la particolarità questo box doccia viene utilizzato quando anche dalla parte del lato lungo del box doccia lo spazio è limitato. Per questo motivo le misure di questo tipo di box doccia sono generalmente contenute e nella stragrande maggioranza dei casi sono costituite dal 70x90cm con qualche eccezione di misure superiori.

I box doccia centro parete o centro stanza sono meno usuali da incontrare. Sicuramente sono utilizzati spesso in stanze da bagno di dimensioni importanti dove il box doccia riveste di diritto il ruolo di protagonista nella determinazione del livello di qualità generale della stanza da bagno e di richiamo per l’utilizzatore. Per quanto riguarda la forma e le misure di queste tipologie di box doccia queste non si discostano da quelle che abbiamo fin qui considerato. Generalmente la variante fondamentale di questo tipo di box doccia costituita da un lato aggiuntivo per la realizzazione della chiusura è semplicemente quella di avere un fianco fisso in più che sostituisce la parete in muratura.

Ultimo tipo di box doccia che vogliamo prendere in considerazione, anche se non in ordine di importanza, è il “Walk-In”. La differenza fondamentale con il box doccia classico è che effettivamente non realizza una chiusura completa dello spazio doccia ma si limita a costituire una barriera di una sola parete anche se normalmente di grandi dimensioni. Quindi il walk in non chiude tutti i lati del box doccia ma ne lascia aperti uno o due a seconda di dove viene utilizzato. Uno nel caso venga installato in posizione angolare quindi andando a formare il terzo lato del box doccia oppue due quando venga installato a centro parete costituendo così una seconda parete parallela lasciando appunto possibile l’accesso dagli altri due lati rimasti aperti. Le dimensioni del walk in vanno da un minimo di 100cm fino ad un massimo di 160cm. Le misure più utilizzate sono quelle di 120cm e 140cm.

Ricerche correlate a Box doccia: forme e misure

piatti doccia misure e prezzi

piatto doccia misure minime

box doccia misure standard

misure piatti doccia ideal standard

piatto doccia 60×60

piatto doccia angolare 70×70

misure box doccia altezza

piatto doccia angolare misure

 

3 Comments

  • salvatore Alampi ha detto:

    Buongiorno
    Volevo chiederVi un’ informazione che riguarda i box doccia walk in: ho un piatto da 160 x 70 in nicchia, posso mettere il crisstallo da 120 cm o è meglio quello da 100 cm, nel primo caso avrei un passaggio di circa 38/40 cm per accedere alla doccia nel secondo caso 20 cm in più.
    Quanto è il passaggio (misura) normalmente utilizzato ?

    • Luca ha detto:

      Buonasera
      grazie per il suo interesse
      Provvediamo a risponderle all’indirizzo mail che ci ha inviato
      Cordiali saluti
      Luca
      BiVita

    • Luca ha detto:

      Buonasera
      Sicuramente il tema è soggettivo
      Dovendo dare un’opinione le dico che essendo il walk in completamente aperto da un lato e allo stesso tempo un oggetto di decoro io preferirei la misura da 120. In questo modo ha una maggiore protezione contro gli schizzi d’acqua ed una migliore resa estetica. Con il piatto da 160 si troverebbe quasi la metà del piatto aperta e non è piacevole alla vista.
      Inoltre consideri che lo spazio di apertura non è limitato ai 40 cm ma deve considerare i 70 cm del lato aperto. E’ un varco notevole sufficiente anche ai più corpulenti.
      Spero di averle dato uno spunto sufficiente
      Rimango comunque a sua disposizione per eventuali ulteriori informazioni
      Cordiali saluti
      Luca
      BiVita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *